Forum

Homepage del forum Fototue - Editoriali INTERVISTA A SANDRO IOVINE

INTERVISTA A SANDRO IOVINE

Ferrara.Carlo

Moderatore

#1 02/02/2020, 20:33
Punteggio commenti: +27

Permalink

La prima volta che ho conosciuto il nome di Sandro Iovine è stato quando ho cominciato ad acquistare la rivista “Il Fotografo” della quale era direttore. Erano i tempi dei miei primi scatti e la curiosità del neofita era alle stelle. Leggevo i suoi editoriali, leggevo le sue recensioni ai progetti ed ai portfolio. Rimanevo affascinato dalle sue argomentazioni, dai suoi consigli dal suo modo di concepire e trasmettere Fotografia.
Sandro è una di quelle persone che ascolteresti parlare di fotografia per ore. Ascolteresti senza interruzione le sue lezioni sulla storia della fotografia; chiudendo gli occhi potresti “vedere” gli autori narrati mentre scattano una fotografia. Oppure quando ti insegna come comporre un'immagine. Quando ti spiega che la fotografia è tutto e niente, quando credi di averla capita ed invece non sai nulla.
Con lo staff così decidiamo di chiedere a Sandro Iovine se piò rilasciarci un intervista. Un'intervista video per gli utenti di FotoTue. Per chi lo conosce e per chi lo può scoprire. Sopratutto per tutti quelli che hanno voglia di imparare, di capire e di comprendere.
Troverete in questa intervista quattro domande. Troverete quindi quattro risposte. In cinque minuti non si possono riassumere concetti ampi, ma Sandro saprà indicare la strada giusta, il presupposto mentale con cui autonomamente indagare questi concetti.
Buon divertimento e... GRAZIE SANDRO.
Di seguito le domande per esteso:
1 LA FOTOGRAFIA ATTRAVERSO LE ENORMI POSSIBILITÀ DI CONDIVISIONE CHE I SITI, COME IL NOSTRO, OFFRONO È DIVENTATA UN FENOMENO POPOLARE, NON PIÙ “ARTE” DI POCHI, MA MEZZO ESPRESSIVO GENERALIZZATO PRATICAMENTE A TUTTI.
N QUESTA SORTA DI BULIMIA DELL’IMMAGINE LA FOTOGRAFIA, DA STRUMENTO DI ESPRESSIONE, FINISCE PER DIVENTARE IL FINE? QUANTO È IMPORTANTE PORSI QUESTA SEMPLICE DOMANDA: PERCHÉ FOTOGRAFIAMO?
2 PARLIAMO SPESSO DI CRITICA ALLE IMMAGINI. COME POSSIAMO OTTENERE UN GRADODI OGGETTIVITÀ CHE RENDA LE CRITICHE EFFICACI E NON TOTALMENTE SOGGETTIVE?
3 VIVIAMO IN UN PERIODO DIGITALE DOVE LE IMMAGINI POSSONO ESSERE CREATE “ARTIFICIALMENTE” PARTENDO DA UNO SCATTO MOLTO BANALE. PUOI DARCI UN TUO PARERE? ESISTE UN CONFINE TRA FOTOGRAFIA E DIGITAL ART?
4 IN CONCLUSIONE, SAPENDO CHE NON HAI LA SFERA DI CRISTALLO, POSSIAMO CHIEDERTI SECONDO TE QUAL È LA DIREZIONE CHE PRENDERÀ LA FOTOGRAFIA NEI PROSSIMI ANNI? OPPURE QUALI SONO, SE CI SONO, LE DIFFERENZE TRA LA FOTOGRAFIA DI 50 ANNI FA E QUELLA MODERNA?

Ferrara.Carlo

Max

#2 02/02/2020, 20:47
Punteggio commenti: +101

Permalink

Guardato il video. Molto interessante e ricco di spunti e solidi argomenti. Grazie ancora per queste lodevoli iniziative ;)

Max

Klizio

Vice Amministratore

#3 05/02/2020, 12:23
Punteggio commenti: +81

Permalink

Vorrei approfittare di questo topic per esprimere alcuni pensieri.
Innanzitutto un pensiero per Carlo Ferrara.
Sandro Iovine è uno dei più illustri critici fotografici italiani; che abbia accettato di rendere questa intervista, seppur breve, a FotoTue è un enorme onore per tutti noi e il logo della sua scuola che compare sul margine destro della home conferisce lustro al nostro sito. Non ho mai visto nulla di simile in giro nelle varie Community di fotografi. Tutto questo, lo devo precisare, lo dobbiamo alla autorevolezza di Carlo, alla sua indubbia reputazione che lo ha portato nel corso degli anni ad essere uno stimato fotografo "surrealista" (brutta parola, ma efficace), anche a livello europeo, quanto meno nell'ambito della web photography,
Sono orgoglioso di Carlo e sono felice ed orgoglioso di poter ospitare Sandro Iovine nella nostra piccola Community.
Il secondo pensiero è per tutti noi.
Sarò sincero, mi aspettavo una accoglienza diversa per questo importante risultato: credetemi, dietro c'è un lavoro che è durato mesi, c'è l'impegno di proporre a tutti un servizio più articolato, c'è il desiderio di stimolare tutti noi a credere in questa piccola Comunità.
Le riflessioni che ha proposto Sandro Iovine sono merce rara e mi sarebbe piaciuto leggere qualche vostro contributo in merito.
Non dobbiamo pensare che tutto ciò sia scontato, si tratta di un lavoro gratuito, ma impegnativo e, almeno in questo caso, di alto livello.
Ciò detto, quanto ho scritto non deve suscitare polemiche e discussioni di alcun tipo, sarebbe per me mortificante.
Mi aspetto invece di cogliere un approccio diverso dalla Community, il segno della volontà di partecipare a tutte (TUTTE) le iniziative e le proposte di questo Staff.
Un caro saluto

Klizio

Mynd

Staff

#4 05/02/2020, 15:06
Punteggio commenti: +18

Permalink

giusto per partecipare proverò a dare il mio anomalo contributo, da prendere con le pinze poichè gettato giù d'istinto.
Ho visto il video a pezzi da ieri mattina e mi ero ripromesso di scrivere qualcosa, certo poi ti chiedi ok e quindi? Che devo scrivere, ha già detto tutto il signor Sandro Iovine, discorso assolutamente condivisibilissimo il suo.
Certo poi provi ad immedesimarti da non esperto del settore sia da un  punto di vista di fruitore che di produttore di immagini, e pensi che un conto è osservare gli scatti di un fotografo diciamo "affermato", provare a spiegare cio' che ti coplisce dei suoi lavori, un conto è prendere una reflex in mano ed andare in giro. E magari soffermarsi a pensare prima di scattare, e pensare, e pensare...e pensare, ma che c.... sto facendo, servirà a qualcuno vedere questa mia foto del piffero, se mai a qualcuno la farò vedere?Aiuterà il sociale in qualche maniera o aiuterà solo me stesso?Il sociale... la fotografia, l'immagine, deve per forza essere utile a qualcuno?
Deve avere per forza un senso profondo che dia beneficio a qualcuno?
E se poi non emozionerà nessuno se non me stesso?
Beh allora tanto vale non mostrarla a nessuno, ecco cosa verrebbe in mente penso alla maggiorparte di noi, a me almeno.
E se fra 20 anni qualcuno la rivedrà con occhio diverso e dirà che ci si era confusi e che in realtà quello scatto, quella immagine, meritava ?
E allora mi viene in mente la storia della grande fotografa, eppure sconosciutissima quando ancora era in vita, Vivian Maier.
Sbagliò a non mostrare i sui lavori allora, e se li avesse mostrati a qualcuno senza destare interesse ?
Avrebbe insistito ugualmente fino a diventare oggi a sua insaputa anche lei in qualche maniera grande tra i grandi che tanto amava?
Ma soprattutto le sue meravigliose foto di street potrebbero essere scattate  oggi negli stessi posti di allora?
O la moda di oggi, in usi e costumi, per non parlare poi dell'architettura urbana odierna non hanno più quel fascino d'un tempo e quindi trasmetton poco e nulla.Bene a me più che risposte mi vengono in mente solo domande.
Domande a cui capisco è difficile se non impossibile dare delle risposte.

Mynd

inimis

Staff

#5 05/02/2020, 16:14
Punteggio commenti: +404

Permalink

Molto interessante. Però faccio presente che ho dovuta sentirla dal cellulare perchè il computer non riesce a caricarla, ci sono altri che hanno avuto lo stesso tipo di problema?

inimis

scaraluca

Staff

#6 05/02/2020, 19:04
Punteggio commenti: +10

Permalink

Sono sincero, è uno sforzo sovrumano ascoltare queste interviste ma, per chissà quale ragione, ogni giorno dell'anno apro YouTube e ascolto le parole e le argomentazioni di questi personaggi affermati..da jovine a Jodice a Uliano Lucas a Maurizio Garofalo a berengo a Galimberti etc etc..ormai ho esaurito i video. Perché lo faccio? Per la passione di conoscere cosa gira nella loro testa, cosa pensano e così anche perché ho la passione insegnatami da mio papà..passione che quando avevo 20/30/40 anni la vedevo come una gran rottura di palle. Andare in giro come i vecchietti alla velocità di una tartaruga con sta roba pesante al collo. Però un giorno mi sono svegliato e un fulmine mi ha colpito sulla via per Damasco e ho scoperto la passione. Sinceramente a me non me ne frega assolutamente nulla di che fine farà la fotografia, la fotografia morirà nel giorno in cui un ulteriore fulmine mi colpirà per farmi cambiare idea. Da quel momento presumibilmente smetterò di scattare. Quindi, questi sono sempre buoni spunti sui quali ragionare ma senza farsi condizionare. La regola è solo una: fotografa ciò che ti piace e magari prova pure a dare una tua interpretazione senza l'assillo del like..vogliamo parlare anche del Like? No basta, magari in futuro..tanto per creare discussioni e ravvivare il sito. Allora si che sarà la vera cartina al tornasole del like..chi ci sta simpatico a bocce ferme riceverà sempre un like ma se la stessa persona dovesse scontrarsi per idee contrarie smetteremmo di ricevere il like :D:D

scaraluca

  Per rispondere esegui il login,  oppure se non sei iscritto iscriviti ora.


Forum di Fototue.it: 2004 discussioni, 27091 messaggi inviati


Torna alla homepage

La redazione informa

Per info puoi contattarci a: info@fototue.it oppure fotoklizio@gmail.com


FPschool



FONTE DI VITA ONLUS

Utente del mese

selenina
selenina

In linea ci sono

Ospiti: 15
Utenti: 2

Archivio
concorsi