Foto

St
 Punteggio:Dai prima il tuo voto! 
Login per votare.

St

di -Faby-, in  Bianco e nero

Quando siamo davvero soltanto noi...

Inviata il 21/02/2020, vista 260 volte.
Scattata il 13/10/2019.

Dati tecnici:
NIKON CORPORATION NIKON D7000
Apertura: f/10
Esposizione: 1/80 sec.
Lunghezza focale: 50 mm
ISO: 100
Flash: Off

Laboratorio fotografico:
L'autore autorizza la rielaborazione della foto.

Condividi:  

Commenti

14 commenti

Per inviare un commento esegui il login,  oppure se non sei iscritto iscriviti ora.

sasa70

#14 del 02/03/2020
Punteggio commenti: +2

Difficile aggiungere un commento dopo le parole degli amici che mi hanno preceduto. Ti faccio i miei complimenti per questa realizzazione splendida. Mi raccomando non svegliarlo, sta sognando!

sasa70

autore

#13 del 26/02/2020
Punteggio commenti: +26

Un enorme grazie a tutti quelli che si sono aggiunti con le loro bellissime parole e allo staff per la selezione, un onore sempre. Grazie *bye*

Yanez

#12 del 23/02/2020
Punteggio commenti: +121

Stupenda realizzazione,ancora una volta la tua fantasia e la tua grande tecnica al servizio di una immagine che si lascia guardare con ammirazione e stupore.Complimenti grandissimi! Ciao,Sergio.*bye*

Yanez

taylor

#11 del 23/02/2020
Punteggio commenti: +48

Grande composizione e realizzazione soprattutto col cielo che ammorbidisce, come dice Max. Splendida..;)*bye*

taylor

wilmanna

#10 del 23/02/2020
Punteggio commenti: +12

Complimenti all'autore della foto. Grande fantasia e realizzazione. E un grande applauso a Lodovico per la sua favola: sono rimasta incantata. La racconteròa mio nipote. Bravi ;)

wilmanna

Max

#9 del 23/02/2020
Punteggio commenti: +101

Tanto artisticamente pettinata in primo piano, quanto sofisticata e concettuale nel soggetto con le sue mille interpretazioni e chiavi di lettura, quanto soffice e sfumata nel cielo appena palpabile che ammorbidisce il mood. Splendida

Max

inimis

Staff

#8 del 23/02/2020
Punteggio commenti: +404

Gran bel lavoro! *bye**bye*

inimis

autore

#7 del 22/02/2020
Punteggio commenti: +26

Grazie davvero a tutti voi! Lodo,Marco...mi lasciate senza parole. Sapete che ammiro tantissimo la vostra fantasia, le vostre menti son un viaggio continuo che è un piacere stare ad osservare e sentir raccontare. E vedere che questa volta è stata una mia immagine a farvi partire beh.. mi onora e mi emoziona un sacchissimo!! Grazie è poco..ma grazie grazie per il tempo che mi avete dedicato*hug*

scaraluca

Staff

#6 del 21/02/2020
Punteggio commenti: +18

Affascinato dal biancore delle maschere, dai grigi e dal nero dello sdraiato..sarà la forma della sabbia ondulata ma ho come l'impressione che penda leggermente verso dx; so che può sembrare strano non essendoci punti di riferimento

scaraluca

pacship

#5 del 21/02/2020
Punteggio commenti: +1

Più che St, avevo interpretato il titolo (che poi è un non-titolo) come Ssssstttt, cioè un invito a fare silenzio. Ed ecco la divagazione che ne ho tratto.
Sull'esopianeta di Aldebaran, (la stella doppia della costellazione del Toro nota anche come Alpha Tauri) OZILK, il viaggiatore del tempo, aveva deciso di riposarsi, stanco di inseguire il proprio sogno che era poi quello di quasi tutte le creature senzienti di questo Universo: capire chi o cosa ci fosse dietro questa costruzione incredibile. Nel suo instancabile viaggiare, OZILK si era imbattuto in quattro enigmatici volti antropomorfi, che - lungi dallo sciogliere l'enigma che lo tormentava - non avevano fatto altro che alimentare i suoi dubbi. Saremmo stati il frutto del "CASO o della NECESSITA' . . . ? Ed a nulla era valso rileggere la conclusione del saggio del premio Nobel per la Medicina e la Fisiologia, Jacques MONOD che terminava il suo trattato filosofico del 1970 dall'omonimo titolo, con queste profetiche parole «L’antica alleanza è infranta; l’uomo finalmente sa di essere solo nell’immensità indifferente dell’Universo da cui è emerso per caso. Il suo dovere, come il suo destino, non è scritto in nessun luogo». Stanco, affranto, quasi deluso che la risposta si fosse trasformata in un enigma nichilista OZILK aveva deciso di dormire e forse sognare la risposta. Peccato che non si sia ancora svegliato e che dovremmo attendere che torni indietro nel nostro tempo per potercela raccontare.

pacship

selenina

#4 del 21/02/2020
Punteggio commenti: +286

Lodovico sei grande!!!!!!

selenina

lodovico

Staff

#3 del 21/02/2020
Punteggio commenti: +31

Cara Fabiana, non ti scriverò un commento tecnico… solo una favoletta morale che mi sono inventato come quando dovevo mettere a dormire i miei cuginetti più piccoli!-------------------------------------------------------------------C’era una volta un giovane uomo che non sapeva più chi fosse! Il suo volto non gli piaceva… o meglio, lui pensava che non piacesse agli altri. Così, triste e sconsolato se ne andava in giro per la città vecchia quando vide la vetrina polverosa di un antico rigattiere. Fra i tanti oggetti dimenticati ed inutili notò delle maschere che stavano là a prendere polvere da decenni. Ebbe una improvvisa illuminazione e colmo di entusiastica euforia entrò nell’angusto negozio. Quasi invisibile ed ormai del tutto simile alla sua mercanzia, un vecchietto lo accolse con un sorriso. – Buongiorno a te giovane uomo, c’è qualcosa che ti può interessare? E’ da tanto che nessuno entra più qui! – Salve – rispose il giovane uomo – sto cercando delle maschere! Ho visto che nella vetrina ce ne sono alcune interessanti! – Certo, ho una maschera per l’allegria. Una per l’intelligenza, una per il successo e poi questa, che è la migliore di tutte! Questa serve per piacere a tutti!- Ohh! Sono tutte molto belle e mi affascinano assai… ma, funzionano davvero?- Tu provale e loro ti daranno la risposta!- Così il giovane uomo comprò le quattro maschere, ringraziò il vecchietto che gli sorrise in modo obliquo e misterioso ed uscì dalla bottega del rigattiere, impaziente di provare le sue nuove maschere. Andò verso il mare, lungo una distesa di sabbia dorata dove il vento aveva creato degli strani disegni. Scartò la prima, la maschera dell’allegria e subito la indossò mettendosi seduto sulla sabbia. Attese che lo spirito dell’allegria calasse in lui mentre guardava le onde del mare frangersi morbidamente sulla battigia. Ma, non accadde nulla! Solo lo stridulo richiamo di un solitario gabbiano che, di allegro, aveva ben poco! Tenette a freno la sua delusione pensando che, in fin dei conti, in quel momento forse non era l’allegria che desiderava. Allora indossò quella dell’intelligenza… però dopo diversi minuti si arrese al fatto che non si sentiva per nulla più acuto del solito! Iniziò a pensare che il simpatico vecchietto lo avesse imbrogliato… ma era di animo gentile e subito cacciò via questo pensiero maligno mentre si sistemava sul volto la maschera del successo! Pensò che con questa non avrebbe potuto fallire…era o non era la maschera del successo? Pieno di speranza raccolse una pietra piatta, bella levigata, di quelle ideali per farle rimbalzare più volte su uno specchio d’acqua. Ricochet… quanti ricordi gli riportava questa parola! Colmo di speranza lanciò la pietra che descrisse una piccola traiettoria arcuata nell’aria. Fu un attimo lungo, sospeso, teso come le sue istanze di successo! La pietra, beffardamente, impattò l’acqua di taglio e si inabissò insieme al suo entusiasmo. Ci restò davvero male! Come era possibile non avere successo neppure con una misera pietra? Considerò che forse aveva lanciato male e fu quasi tentato a riprovare ma poi si ricordò dell’ultima maschera. La maschera che serviva per piacere a tutti! No, quella non poteva fallire! Con le mani tremanti si mise la maschera sul volto e chiuse gli occhi. Dal nero profondo della sua visione apparve un punto luminoso che, lentamente, si ingrandiva fino ad assumere le fattezze di un volto. Ebbe paura e stava quasi per aprire gli occhi ma poi riconobbe il viso sorridente del vecchio rigattiere! – Sapevo che avresti indossato questa maschera per ultima! Quella che non deve fallire! In realtà tu non hai bisogno di nessuna di queste maschere… ma solo di ritrovare te stesso! Sai, l’apparenza della bellezza e del successo può nascondere il vuoto della ragione e non sempre le persone che, grazie alla fortuna, sono arrivate ad avere onori e riconoscimenti, sono particolarmente felici! Allegria, intelligenza, successo ed autostima sono solo dentro di te… non hai bisogno di conferme ma solo di… vivere!- Il giovane uomo si distese sulla sabbia e si addormentò cullato dal suono della risacca!

lodovico

selenina

#2 del 21/02/2020
Punteggio commenti: +286

Al risveglio farà la sua scelta. Il dilemma é sempre quello. Bravo, magnifica proposta.

selenina

Mynd

Staff

#1 del 21/02/2020
Punteggio commenti: +26

il concetto maschera/uomo/volto mi ha sempre affascinato e qui lo hai rappresentato molto bene ;)

Mynd


Guarda le migliori foto  |  Torna alla homepage

La redazione informa

Per info puoi contattarci a: info@fototue.it oppure fotoklizio@gmail.com


FPschool



FONTE DI VITA ONLUS

In linea ci sono

Ospiti: 12
Utenti: 0

Archivio
concorsi