Foto

Mishima tribute
 Punteggio:Dai prima il tuo voto! 
Login per votare.

Mishima tribute

di lodovico, in  Persone

Yukio Mishima è stata una figura molto controversa... Il suo nazionalismo che per alcuni sfociava nel fascismo, la sua bissessualità, il suo dichiararsi apolitico, il suo suicidio rituale in diretta televisiva, l'ossessione della morte... tante facce diverse che ancora oggi fanno discutere!

Inviata il 06/02/2020, vista 87 volte.

Dati tecnici:
Canon EOS 20D
Apertura: f/6.3
Esposizione: 1/5 sec.
Lunghezza focale: 30 mm
ISO: 800
Flash: Off

Laboratorio fotografico:
L'autore autorizza la rielaborazione della foto.

Condividi:  

Commenti

7 commenti

Per inviare un commento esegui il login,  oppure se non sei iscritto iscriviti ora.

autore

#7 del 08/02/2020
Punteggio commenti: +28

Grazie a tutti per i vostri contributi. Vorrei chiarire un aspetto fondamentale. Mishima è stato un uomo assai importante durante la mia adolescenza. La lettura di "confessioni di una maschera" mi aprì un mondo del tutto differente per valori e cultura. Chiaramente Mishima ha anche degli atteggiamenti detestabili... che non ho mai accettato! «Io ho scoperto che la Via del samurai è morire. Davanti all’alternativa della vita e della morte, è preferibile scegliere la morte» Queste parole tremende, pronunciate dal samurai Yamamoto Tsunetomo, fattosi monaco dopo la morte del suo signore, e trascritte da un suo discepolo in quel libro oggi universalmente noto come Hagakure, racchiudono l’essenza dell’etica del popolo giapponese. Se è vero che il modo di confrontarsi con la morte, in quanto implica il rapporto a ciò che trascende la vita umana, si situa al cuore del sentimento religioso – e costituisce perciò un elemento fondamentale per comprendere un popolo, una cultura, una civiltà – nel caso dei Giapponesi la morte, quel silenzio definitivo che rappresenta la fine e l’impossibilità stessa di ogni pensare e di ogni agire, può divenire, in determinate circostanze, l’obiettivo di un atto volontario capace del supremo conferimento di senso alla vita umana. Iil suicidio, che dal Cristianesimo è sempre stato considerato tra i peccati più imperdonabili, costituisce, per la civiltà giapponese, l’oggetto di una scelta etica che nel corso dei secoli ha subìto una lunga elaborazione e codificazione, sociale non meno che «tecnica». Mentre l’individuo occidentale, di fronte alla disperazione, al disonore, al fallimento della propria esistenza, è lasciato in balìa di se stesso, e ha come alternative o la fede religiosa, o la medicalizzazione, la droga, o il suicidio come gesto solitario con cui ci si sprofonda nel Nulla, la civiltà giapponese offre, invece, una via d’uscita non individualistica, ancora sociale: una «Forma», ovvero un gesto supremo di autosacrificio con cui il singolo può «chiudere» la propria vita ricongiungendosi alla comunità da cui la sua colpa lo aveva diviso. Questa «Forma» può assumere l’aspetto di un vero e proprio kata – come il seppuku dei samurai o la picchiata e lo schianto dell’aereo del kamikaze –, oppure essere la testimonianza, meno formalizzata, del distacco buddhista dall’esistenza, del mal d’amore, del fallimento di una carriera o semplicemente del male di vivere, ma, in ogni caso, nella civiltà giapponese, il tracciato di questo gesto nello spazio-tempo non viene cancellato dall’irrompere della marea del Nulla, bensì salvato e riassorbito dalla pietas di quella comunità umana cui questa parola muta e suprema è sempre rivolta. Perdonate il romanzo... ma qualcuno di voi mi aveva chiesto di approfondire...;) Un saluto

oltre

#6 del 07/02/2020
Punteggio commenti: +30

Hai contrapposto un teschio e l' immagine di un corpo vitale , in ottima forma, evidenziando la sua scelta per perorare le proprie convinzioni. Immagine intensa ben ideata ed eseguita

oltre

Max

#5 del 07/02/2020
Punteggio commenti: +90

Mishima era un fuori di testa capace di estremizzare la vita così come la morte. L'ultimo suo atto tra profondo nazionalismo nostalgico e protagonismo esaltato è segnato da un episodio al limite del macabro visto che dopo aver compiuto seppuku, il suo kaishakunin (che doveva decapitarlo subito dopo) sbagliò il colpo 3 volte (sorvoliamo sulle conseguenze). Di Mishima ho apprezzato molto "Musica". Il tuo tributo, Lodo, è permeato di cupo simbolismo. Il teschio mortale spoglia dell'anima sembra guardare la sua passata figura fisica in un eterno dialogo tra vita e morte. Tetra e spettrale e ben raffigurata la sintesi ;)*bye*

Max

taylor

#4 del 07/02/2020
Punteggio commenti: +41

Bel lavoro, tecnicamente parlando. Se ci dai qualche particolare in più, rispetto a quello che hai scritto in rapporto alla foto, così impariamo anche noi qualcosa di più. La figura di Mishima la conosco solo un po' e rientra in quello che hai scritto..;)*bye*

taylor

Klizio

Vice Amministratore

#3 del 07/02/2020
Punteggio commenti: +62

L'ossessione della morte ... eh .. Un gesto definitivo, dopo il quale ciò che resta è ... un teschio. Il suo ricordo, evanescente nelle ombre. Tutto è molto cupo, la foto è costruita sui toni bassi. Non trapela alcuna forza o energia vitale, ma un senso di qualcosa che è stata persa. O forse dimenticata. L'apparizione che osserva se stesso ... e chissà cosa pensa ora ... lo rifarei ? avrei forse potuto portare avanti le mie idee da vivo ... piuttosto che usare la mia morte come cassa di risonanza ? Le idee... Ma la morte per la cultura nipponica ha un senso profondamente diverso dal nostro. E tu Lodo, che ha studiato il loro mondo e le loro filosofie, potresti dirci qualcosa a tal proposito. Sarebbe, secondo me, anche utile per meglio confrontarci anche su questa immagine concettuale molto criptica e forte.

Klizio

inimis

Staff

#2 del 07/02/2020
Punteggio commenti: +402

Gran bel lavoro, complimenti, *bye**bye*

inimis

Mynd

Staff

#1 del 06/02/2020
Punteggio commenti: +9

immagine forte e ben curata che descrive al meglio la storia che ci raccontati nella descrizione.

Mynd


Guarda le migliori foto  |  Torna alla homepage

La redazione informa

Per info puoi contattarci a: info@fototue.it oppure fotoklizio@gmail.com


FPschool



FONTE DI VITA ONLUS

Utente del mese

Mynd
Mynd

In linea ci sono

Ospiti: 11
Utenti: 2

Archivio
concorsi