Foto

esploratori
 Punteggio:Dai prima il tuo voto! 
Login per votare.

esploratori

di nicomat, in  Bianco e nero

Lisbona

Inviata il 08/08/2019, vista 70 volte.

Dati tecnici:
NIKON CORPORATION NIKON D700
Apertura: f/8
Esposizione: 1/2000 sec.
Lunghezza focale: 82 mm
ISO: 200

Laboratorio fotografico:
L'autore non autorizza la rielaborazione della foto.

Condividi:  

Commenti

5 commenti

Per inviare un commento esegui il login,  oppure se non sei iscritto iscriviti ora.

Grace

#5 del 08/08/2019
Punteggio commenti: +6

Una bellissima ripresa...come fossero sulla prua di una nave scrutando l'orizzonte alla ricerca di terre sconosciute;);)

Grace

Max

#4 del 08/08/2019
Punteggio commenti: +37

Quello che mi appassiona in questa bella immagine è come gli esploratori che tanto hanno girato il mondo, non paghi, rivolgano al cielo e all'infinito le loro prossime mete. Molto bella

Max

lodovico

Staff

#3 del 08/08/2019
Punteggio commenti: +10

Partiamo dal titolo: "esploratori". Perchè una fotografia, oltre il punto di ripresa, oltre l'abilità tecnica, oltre il B/N di buona fattura, deve anche dire qualcosa all'animo. Di più, deve anche poter essere il catalizzatore di un pensiero per chi la guarda. Un pensiero che non necessariamente deve coincidere con quello dell'autore e con la sua motivazione allo scatto. Per secoli, in tempi in cui gli analfabeti erano la maggioranza della popolazione, alle immagini è stato deputato il compito di insegnare e trasmettere sapere e concetti. Pensiamo al ruolo della pittura di carattere sacro nel rinascimento e nel medioevo. Pensiamo agli affreschi di Giotto nella cappella degli Scrovegni a Padova con le storie di Gioacchino ed Anna, Maria e Cristo. Storie evangeliche che il popolo non poteva leggere, ma poteva capire e conoscere attraverso una narrazione visiva. Perdonate la digressione ma serve per capire ciò che vorrei esplicare adesso. Noi non siamo più il popolino ignorante del medioevo... eppur ancora ci "nutriamo" di immagini, forse con valenze ancora più accentuate rispetto al passato. E quindi, eccoci giunti di fronte a questa fotografia che ritrae un monumento famoso di Lisbona il "Padrão dos Descobrimentos", ovvero il monumento alle scoperte, situato a Belem sulla riva del Tago. Un opera scultorea di notevole impatto che si staglia verso il cielo ed il mare, quel mare che gli esploratori solcarono alla scoperta del nuovo mondo. La fotografia è sicuramente di buon livello, con un B/N molto meditato, ci offre un afflato quasi missionario di questi uomini (Enrico il navigatore, Vasco da Gama, Magellano fra gli altri) che, tra mille pericoli, hanno ampliato gli orizzonti di una Europa chiusa in se stessa. Tutto molto poetico... Il monumento fu commissionato dal dittatore Salazar per celebrarare tutti i marinai che contribuirono alle scoperte geografiche. Dietro la retorica di regime c'era solo l'utilità di giustificare lo stesso regime attraverso la gloria di personaggi del passato. La storia d'Italia insegna a tal proposito! Continuiamo a guardare la foto che l'autore ha reso perfettamente leggibile nel chiaroscuro. I personaggi guardano tutti verso una direzione... il mare.! Distesa infida, infinita e sconosciuta. C'è una tensione emotiva in queste figure genuflesse! Loro forse si avevano lo spirito puro degli esploratori... ma chi li mandò non era toccato da uguale purezza d'animo! Andammo, scoprimmo ed annientammo delle civltà millenarie nel corso di meno di un secolo. I nativi americani, gli Incas, le popolazioni dell'Amazzonia... e l'elenco potrebbe continuare! Dunque una foto parla! Parla oltre la tecnica, oltre le intenzioni dell'autore... comunque parla! Oggi speriamo che questa bella foto parli anche a nome di tutti i marinai che sono morti nell'esplorazione, ma che trovi anche voce per tutti quelli che la nostra avidità di conquistatori (dopo essere stati esploratori) ha depredato della ricchezza, della cultura e della libertà! La Storia insegna che anche le azioni più candidamente meritevoli possono, in fondo, nascondere del marcio! Non dimentichiamolo mai! Chiedo scusa a Nicomat per avere usato la sua foto in questo modo, forse improprio per un forum di Fotografia. Il fatto è che ogni manifestazione del nostro essere ed esistere, anche scattare una fotografia e condividerla, è un atto che si può leggere a tanti livelli. Un saluto a tutti.

lodovico

taylor

#2 del 08/08/2019
Punteggio commenti: +34

Mi pare che il bn oltre al pdr enfatizzi la maestosità della scultura..;)*bye*

taylor

inimis

Staff

#1 del 08/08/2019
Punteggio commenti: +389

Un pdr che indubbiamente valorizza la scultura, *bye**bye*

inimis


Guarda le migliori foto  |  Torna alla homepage

La redazione informa

FONTE DI VITA ONLUS

Utente del mese

fabiokensei
fabiokensei

In linea ci sono

Ospiti: 15
Utenti: 1

Archivio
concorsi