Foto

Dopo la mareggiata
 Punteggio:Dai prima il tuo voto! 
Login per votare.

Dopo la mareggiata

L'autore della foto è nascosto.
Vota per scoprire chi l'ha scattata!

Inviata in Lavoro

^^^^

Inviata il 28/08/2016, vista 260 volte.

Laboratorio fotografico:
L'autore non autorizza la rielaborazione della foto.

Condividi:  

Commenti

10 commenti

Per inviare un commento esegui il login,  oppure se non sei iscritto iscriviti ora.

ginocosta

#10 del 01/09/2016
Punteggio commenti: +175

Bella con bei colori naturali. Io pubblicherei anche la foto originale col cane, così, per vedere la differenza, probabilmente è una foto completamente diversa da questa.

ginocosta

(utente eliminato)

#9 del 29/08/2016

Ma figuriamoci se mi devo arrabbiare per così poco! Ciascuno di noi fa come crede. Penso solo che dare consigli di quel tipo non sia corretto, tutto qui. Tutti i miei sforzi devono essere fatti in fase di scatto, sia per la composizione sia per l'esposizione. Il passaggio del cane, per esempio, poteva essere un valore aggiunto! Certo, io ragiono con la mia testa, l'autore ha pensato in maniera diversa. Ma da qui a sostenere di stare abbondanti per ritagliare dopo credo non sia un utile consiglio.*bye*

inimis

#8 del 29/08/2016
Punteggio commenti: +292

Ti arrabbi se ti dico che lo facevo anche ai tempi della pellicola quando usavo il negativo bianco e nero? tanto poi stampavo sotto l'ingranditore da solo e rivedevo il taglio. Ovviamente con le dia mi occupavo dell'inquadratura in fase di scatto, ma le foto di caccia, senza poter croppare o aggiustare l'orizzonte spesso erano da buttare ed erano soldi spesi in rullini che pesavano. Col bianco e nero invece non buttavo quasi niente. Ovviamente mi riferisco a foto d'azione, non a paesaggi dove hai tutto il tempo per curare l'inquadratura con precisione, *bye**bye*

inimis

(utente eliminato)

#7 del 29/08/2016

Ricordo quando uscivo con pellicole da 12 pose, dovevo cercare di sbagliare il meno possibile onde evitare di buttare via soldi inutimente. Il digitale ha portato tanti vantaggi a me personalmente, primo fra tutti non dovermi più preoccupare delle pellicole e di elemosinare gli scatti. La mentalità, però, mi è rimasta e voglio continuare su questa strada. Consigliare di riprendere il 20-30% in più, tanto poi ricomponiamo in postproduzione croppando qua e la.... è quanto di più sbagliato si possa fare. Così facendo non si imparerà mai la composizione. Io consiglio sempre di girare con ottiche a focale fissa. In questo modo saremmo costretti a giostrare attorno al soggetto cercando la composizione migliore. certo, non è sempre così! Personalmente ne posseggo 6 e, all'occasione monto quella che più è consona per qeullo scatto che ho pensato di realizzare. Ma mi rendo conto benissimo che le cose soo assai cambiate (secondo me in peggio) Il web è strapieno di fotografie inutili proprio per i motivi accennati. Non è presunzione la mia, intendiamoci, ma semplicemente una constatazione dei fatti.*bye*

Giuseppe Soffritti

#6 del 29/08/2016
Punteggio commenti: +87

A me è rimasta la "mentalità analogica", cura accurata della composizione già in fase di ripresa, naturalmente quando è possibile perchè elementi di disturbo ce ne sono ovunque... secondo me in questo scatto ci stava bene anche il cane, comunque, formato a parte, la foto mi piace, molto belli i colori... *bye*

Giuseppe Soffritti

(utente eliminato)

#5 del 29/08/2016

Mi dissocio in maniera categorica dal pensiero di inimis. Quindi il tuo consiglio è: guarda dentro nel mirino e scatta, in postproduzione crei la composizione migliore. Non vorrei averti come insegnante, perdonami inimis. Che si sia persa la cultura del pensiero prima dello scatto è oramai assodato, ma questo è davvero troppo.

inimis

#4 del 29/08/2016
Punteggio commenti: +292

Scatto interessante e ben fatto, anche se i formati fuori standard non mi attirano molto. Non concordo con Jack sull'inquadrare precisamente ciò che si vuole riprendere nelle immagini dove c'è azione ai tempi delle diapositive era così, ed ho tanti scatti rovinati da tagli nell'inquadratura. Col digitale meglio secondo me inquadrare un 20/30% in più e poi tagliare, sopratutto con la risoluzione delle macchine attuali, la foto non perde e se c'era qualche elemento al limite non è un problema. Oltretutto si può raddrizzare o correggere la prospettiva. Parere mio ovviamente, *bye**bye*

inimis

autore

#3 del 29/08/2016
Punteggio commenti: +61

Ho tagliato solo un pezzetto nella parte inferiore perché, mentre scattavo, è passato un cane...piuttosto che clonarlo l'ho eliminato, visto che il taglio così stretto non mi dispiace. Il resto era esattamente così: di solito inquadro quello che voglio inquadrare. Grazie per l'attenzione.

(utente eliminato)

#2 del 29/08/2016

Questo è un crop. Concordo con selenina, ma a questo punto non possiamo più parlare di ripresa stretta, hai ritagliato in post. Non sarebbe forse meglio decidere in fase di scatto cosa inserire nella scena e cosa no..? Tale operazione allena l'occhio!;)

selenina

#1 del 29/08/2016
Punteggio commenti: +228

.....Si contano i danni. Anche se la ripresa è stretta risulta ben eseguita.

selenina


Guarda le migliori foto  |  Torna alla homepage

La redazione informa

BUTTERFLY ONLUS

Utente del mese

delama
delama

In linea ci sono

Ospiti: 25
Utenti: 0

Archivio
concorsi