Foto

Old flowers
 Punteggio:Dai prima il tuo voto! 
Login per votare.

Old flowers

L'autore della foto è nascosto.
Vota per scoprire chi l'ha scattata!

Inviata in Concettuale

Old flowers

Inviata il 29/10/2017, vista 348 volte.

Dati tecnici:
NIKON CORPORATION NIKON D300
Apertura: f/4.8
Esposizione: 1/50 sec.
Lunghezza focale: 14 mm
ISO: 400

Laboratorio fotografico:
L'autore non autorizza la rielaborazione della foto.

Condividi:  

Commenti

44 commenti

Per inviare un commento esegui il login,  oppure se non sei iscritto iscriviti ora.

alerre

#44 del 01/11/2017
Punteggio commenti: +23

Chiedi ai parenti del sig. Nando Traverso cosa pensano di tale foto. Cosi ci caviamo il dubbio.

alerre

Asaiso

#43 del 31/10/2017
Punteggio commenti: +118

Ora che ho seguito questo dibattito (in cui mi sembra di trovare un po' di ragione nelle motivazioni di ognuno) vorrei fare un'osservazione sulla foto che si riflette sul merito. L'autore, nell'immagine, è trasparente. E con ciò io credo egli abbia voluto, in qualche modo, mettersi dalla parte dei defunti. I fiori che porta sono un omaggio da vivo, mentre il suo sentire è proiettato verso il suo e nostro destino. Io penso che questo suo intento valga a sufficienza per "perdonargli" quell' invasione della privacy dei famigliari dei defunti, che io riterrei solo apparente. Comunque, al di là di queste considerazioni, la foto è estremamente coinvolgente e altrettanto ben fatta.

Asaiso

viviana

#42 del 31/10/2017
Punteggio commenti: +4

Tutto quadra. E' stata l'eccezione che conferma la regola :D:D:D

viviana

autore

#41 del 30/10/2017
Punteggio commenti: +15

Si, chiuderei qui. Ammetto che pur se con toni a volte accesi, è stata una piacevole discussione (almeno per me). Punti di vista opposti, non si possono incontrare, ma il confronto li può far comprendere. E poi ho messo d’accordo briciola e Viviana!:D:D:D

viviana

#40 del 30/10/2017
Punteggio commenti: +4

Partiamo dal presupposto che la guerra per me non dovrebbe esistere, ma purtroppo è storia, e come tale viene documentata e forse quei mari infiniti di giovani vite, per me, sprecate (e capite cosa intendo x sprecate) che sono le sole croci bianche hanno un valore diverso dai morti ''civili'', si possono vedere anche come monito per non commettere più gli stessi atroci errori. Mentre se parliamo di morti ''civili'' si entra nel privato, e qui includo anche la tomba con statua dell'800, anche se i morti da tanto (ma tanto) tempo entrano anche loro in un certo qual modo a far parte della storia e ormai non possono più suscitare tristi ricordi fra i vivi (vedi che arriviamo anche al rispetto per i vivi al quale tu dai valore?). Infine, per quanto riguarda i personaggi famosi non credo che a loro darebbe fastidio, anzi credo che sarebbero felici di sapersi non dimenticati. Quello che dico è che tu non sai se i defunti che hai fotografato nello specifico siano contenti e soprattutto non sono certa che lo siano i loro parenti vivi, ai quali anche si deve rispetto. Dopo questo io chiudo, tanto abbiamo sicuramente avuto un'educazione diversa sull'argomento e non arriveremo mai ad un accordo in merito, tantomeno con frasi riassuntive su un argomento tanto delicato.

viviana

briciola

#39 del 30/10/2017
Punteggio commenti: +6

La storia del salto ovviamente era x sdrammatizzare , ci mancherebbe !!!

briciola

briciola

#38 del 30/10/2017
Punteggio commenti: +6

Si certo, i tuoi " ragionamenti " " teorie " " zuppe " di sicuro non mi fanno cambiare idea , con me non attacca , l0impressione guardando questa immagine è decisamente sgradevole !!!! Buona serata ;)

briciola

autore

#37 del 30/10/2017
Punteggio commenti: +15

Va beh! una risposta al ragionamento di prima, nulla. Una statua con sotto un morto o una lapide con dietro un morto, sono la stessa cosa. Non ho mai pensato di fare un salto di fronte a delle lapidi. Sarebbe stata una mancanza di rispetto. Tirare fuori la storia del fotomontaggio è da persona senza più argomenti.

briciola

#36 del 30/10/2017
Punteggio commenti: +6

Una lapide con fotografia nome cognome ecc ecc paragonata ad una statua , mi pare leggermente forzato come paragone !!! Poi ti ripeto se ate non crea disagio puoi fotografarti le lapidi , magari un bel salto con fotomontaggio *bye*

briciola

briciola

#35 del 30/10/2017
Punteggio commenti: +6

Si certo .......... dimenticavo la tua condizione di ateo che ti consente di fotografare i morti !!! ;)

briciola

autore

#34 del 30/10/2017
Punteggio commenti: +15

Una risposta tipica di chi non sa cosa rispondere.

briciola

#33 del 30/10/2017
Punteggio commenti: +6

Ma si hai fatto bene a fotografare le lapidi ..............;););) foto denuncia tale e quale a quei turisti ricchi e non , che fotografano mendicanti ecc ecc !! ;)

briciola

autore

#32 del 30/10/2017
Punteggio commenti: +15

Volevo non continuare questa discussione perchè non credo si possa arrivare ad un punto di contatto. Ma, visto che ha virato verso un ragionamento parallelo (almeno per me), vorrei capire. Quindi un morto sotto ad una statua di marmo dell' 800 si può fotografare; facendo una statua maestosa ha dichiaratemente espresso il desiderio di essere fotografato da morto. Quindi un morto in guerra ha dichiaratamente espresso il desiderio che la sua lapide venga fotografata. Cimitero militare con croci bianche: si. Cimitero militare con croci e solo nomi: si. Cimitero militare con croci bianche, nome e foto: No. Cimitero civile: No. Morti da molto tempo: Si. Tomba di Bob Marley, Jim Morrison ed Elvis: Si (anche turisti con cellulare). Insomma, se ci si districa un po', qualche defunto si può fotografare, basta aggiustarsela. Io non avrò rispetto per tutti i defunti, ma evidentemente ci sono defunti che lo meritano ed altri no.

briciola

#31 del 30/10/2017
Punteggio commenti: +6

Il discorso del monumentale tutt'altra cosa , li è un opulenza enfatizzare il defunto / la famiglia , vedi cappelle, statue croci e via dicendo la sfarzosità del trapassato diventa quasi protagonismo archjtettonico esempio il Père-Lachaise , e ripeto non la vedo ne come un problema culturale / privacy / religioso , ma di buonsenso /gusto !! Poi ognuno fa come meglio crede !! *bye*

briciola

viviana

#30 del 30/10/2017
Punteggio commenti: +4

Autore io qui leggo dei nomi e vedo dei volti e mi da fastidio. Lo stesso senso a questo scatto lo potevi dare sfocando la parete in questione in modo da rendere tutti irriconoscibili. Comunque resta il fatto che hai chiesto motivazioni, te ne ho date tante ma alla fine se il rispetto manca... manca. E non rispondere nuovamente che si devono rispettare prima i vivi. È ovvio, ma un po' di delicatezza anche nei.confronti di chi non può esprimere il proprio consenso ci vorrebbe.

viviana

autore

#29 del 30/10/2017
Punteggio commenti: +15

Indubbiamente il problema è culturale e di tradizione. Difficilmente si può trovare un punto di accordo su un tema così spinoso. Ciò che non mi convince è che se i morti sono morti da tanto tempo, si possono fotografare se lo sono da poco e non hanno fatto la guerra non si possono fotografare. Quello che mi è stato insegnato, è che il rispetto deve essere dato a tutti allo stesso modo. Per la privacy che dire... mi sembra che ormai sia appurato che è una legge iniqua, a difesa di pochi, contraddittoria. Una legge all' italiana, generalista. Una legge dal taglio orizzontale che punisce indistintamente, perchè è più facile negare a TUTTI alcune libertà, che vigilare e punire i POCHI in modo mirato.

inimis

#28 del 30/10/2017
Punteggio commenti: +297

Decisamente macabra, ma ho fatto scatti al cimitero monumentale della recoleta e una volta sono stato in un cimitero a Florianopolis che era in un prato pieno di fiori dove l'andare a trovare i morti era sentito come una festa e i parenti il giorno dei morti facevano un pic nic tutt'altro che triste e si facevano tranquillamente foto tra di loro (non io che non avevo la fotocamera). Capisco anche Ivan, perchè l'approccio nei confronti della morte è soggettivo, varia a seconda dei costumi e dei singoli individui, quindi la foto può toccare la sensibilità di alcuni. Io personalmente mi preoccupo molto più dei vivi che dei morti, infatti detesto le foto che rappresentano le miserie umane, ma questo rispecchia il mio essere sostanzialmente ateo.

inimis

viviana

#27 del 30/10/2017
Punteggio commenti: +4

Ma io vedo tutte le persone che mi stanno intorno quando cammino per la strada ma non per questo le posto, anzi non posso. Sui caduti ho spiegato che si tratta di nomi che non si collegano a nessuna immagine. Poi si tratta di persone morte talmente tanti anni fa e in un paese straniero, lontano un oceano da casa, che ormai più nessuno ne ha il ricordo. Ma come già detto prima si tratta di una forma di rispetto che se non ti è stata trasmessa non puoi capire.

viviana

autore

#26 del 30/10/2017
Punteggio commenti: +15

Ragiono anche su di un altro fatto, quello di “chiedere” ai morti se vogliono essere fotografati. Siamo sicuri che i “caduti ed i martiri” siano d’accaccordo? Lo sono solo perché sono “caduti e martiri” ? Se rispetto va dato (e va dato indubbiamente) perché le lapidi militari si e quelle delle persone normali no?

autore

#25 del 30/10/2017
Punteggio commenti: +15

Cerco di comprendere anche la tua critica. Ciò che non capisco è che se vado al cimitero di persona posso vedere tutte le lapidi e se le vedo su FB non va bene. Ora, se fosse offensiva ( se avessi messo i baffi a tutte le immagini) , se le foto sulle lapidi fossero le protagoniste, se l’avessi titolata in malo modo, capirei. Ma la foto si schiera proprio dalla parte di chi non c’è più, generalizza sulla trascuratezza del ricordo. Si può anche parlare di privacy, come le foto dei minori. Io sono uno che pensa sia una caxxata. Se ritraggo un bimbo, non lo denigro, anzi lo metto in un contesto artistico, e lo pubblico,ma dove sto sbagliando? Faccio anche notare che in nessun cimitero è affisso un cartello con divieto di fotografare. Dovrebbe venire spontaneo non farlo? Beh non a tutti. E ripeto per me non è mancanza di rispetto, anzi. È portare in evidenza la mancanza del ricordo. Anche io, comunque ho le mie “croci”, come tutti (purtroppo). Ma non è una foto della lapide dei miei cari che può cambiare il mio dolore per la loro assenza.

viviana

#24 del 30/10/2017
Punteggio commenti: +4

Mi sono spiegata male, colpa mia. Pe monumentale intendevo parlare dei cimiteri di guerra dove vedi un'infinita distesa di croci che hanno solo dei nomi incisi e non dei volti. Questo dove sei stato sarà sicuramente monumentale, ma con una parte privata, per comuni cittadini come quella che hai fotografato tu. Le persone che sono ritratte nel tuo scatto non sono personaggi pubblici, ne martiri, ne eroi caduti per la patria. Ti sei forse chiesto se sarebbero stati contenti di essere messi, e con tanto di nome e cognome, su un sito di fotografia o ad una mostra pubblica? Secondo me il rispetto per le persone è il non fare ciò che loro non vorrebbero. Ai vivi avresti dovuto chiedere il permesso di pubblicare anche solo il loro volto. E non mi è stato insegnato da un prete, mi viene da dentro.

viviana

MeaCulpa

#23 del 30/10/2017
Punteggio commenti: +4

Per alcuni può essere eticamente scorretta, ma sinceramente se uno di quei signori fosse un mio caro non la vedrei come una " mancanza di rispetto" ,piuttosto mi porterebbe a pensare, forse gia lo sto facendo. Purtroppo alcuni tasti non son cosi facili da toccare. Te volevi una reazione e l'hai avuta, ti apprezzo per il coraggio, complimenti ;)

MeaCulpa

autore

#22 del 29/10/2017
Punteggio commenti: +15

Comunque anche quello dove ho fotografato io è un cimitero monumentale, quindi vale.

autore

#21 del 29/10/2017
Punteggio commenti: +15

Capisco bene la tua idea Viviana. Ciò che non capisco è la differenza tra un cimitero monumentale ed uno comunale, nel ragionamento del rispetto dei morti. Quelli monumentali non lo sono? I parenti dei defunti monumentali ti danno il permesso? Esistono morti di serie A e morti di serie B? I morti degli altri si, i miei no? No, così è peggio.

briciola

#20 del 29/10/2017
Punteggio commenti: +6

Radical chic nn era riferito a nessuno dei presenti !!!

briciola

briciola

#19 del 29/10/2017
Punteggio commenti: +6

concordo credo x la prima volta con Viviana ( strana cosa ) a me quello che fai hai fatto tu scintilla sinceramente non mi interessa x nulla anzi x niente !!! MI pareva chiaro fin dall'inizio KE reputo il cimitero un luogo non conso a fotine ecc ecc !!! Poi s tu ci fai una zuppa ennesima zuppa tu crei il " problema " ;) TU rispetta senza sconfinare in ragionamenti che poco c’entrano con il buon senso !!!*bye*

briciola

viviana

#18 del 29/10/2017
Punteggio commenti: +4

Anche a me non piace questa foto. In realtà è ben fatta e studiata, come del resto lo sono tutti i tuoi scatti, però mi disturba, e non poco. Non sono nemmeno io una grande credente ma qui non penso si tratti di credo, ma piuttosto di rispetto, quel rispetto dovuto alle persone morte, alle persone che non possono più dire niente, che non possono difendersi. E' vero che non c'è niente di male ma io il cimitero non lo vedo come un luogo pubblico ma come ''l'ultima dimora'' e se di dimora si tratta è come se si entrasse a casa di qualcuno per fotografarlo. Non trovo vero che sia più giusto rispettare i vivi che i morti, ma piuttosto rispettare entrambi e se ad un mendicante o altro posso eventualmente chiedere il permesso di fotografarlo, a un defunto non posso, quindi non lo faccio. Poi, per carità, di foto ai cimiteri ne ho fatte a centinaia, ma si trattava di cimiteri monumentali e non comunali. Qui sembra che tu abbia violato l'intimo dolore di chi ha perso i propri cari e personalmente mi darebbe molto fastidio vedere il volto dei miei genitori e di mio fratello proprio li, alle tue spalle, usati fra l'altro per denunciare una trascuratezza che in verità noto pure io a volte, ma che nel mio caso non esiste. Spero di essermi spiegata.

viviana

autore

#17 del 29/10/2017
Punteggio commenti: +15

Bene, ora il quadro è più chiaro. Non reputi un cimitero un posto dove fare foto. Da giovane ho fatto interrail, ho fatto più campeggio in tenda che hotel a due stelle. Ho un mutuo e due figli piccoli. Quando diventerò radical chic sarà quando vincerò al grattaevinci. Le mie manie di protagonismo sono pari a quelle di chiunque carichi una foto su internet, ne più ne meno. Rispetto la tua visione adesso che me ne hai dato un accenno di spiegazione. Tu cerca di rispettare la mia, senza sconfinare in ragionamenti che poco c’entrano con l’immagine.

briciola

#16 del 29/10/2017
Punteggio commenti: +6

io ho solo risposto a continue ricerche di chiarezza da parte di scintilla cosa x me chiara ,,,,,,,,,,,,,,,, ma conoscendo l'andazzo qui è solo colpa mia ;)

briciola

briciola

#15 del 29/10/2017
Punteggio commenti: +6

se tu vedi da parte dei miei commenti protagonismo x quale platea x te e 4 gatti ? Se tu percepisci questo ( cioè insito in te ) ti accontenti di poco nulla x essere protagonista mi spiace

briciola

Giuseppe Soffritti

#14 del 29/10/2017
Punteggio commenti: +88

Ricerca di protagonismo mi sembrano anche i tuoi sette commenti sotto questa foto.

Giuseppe Soffritti

Giuseppe Soffritti

#13 del 29/10/2017
Punteggio commenti: +88

Anch' io sono contento/fiero di quello che sono e come la penso, però rispetto anche i pensieri altrui... pensa a che mondo piatto sarebbe se fossimo tutti uguali nel fare e nel pensare.

Giuseppe Soffritti

briciola

#12 del 29/10/2017
Punteggio commenti: +6

Detesto allo stesso modo sia turisti ricchi o meno che fotografano persone disagiate sia i radical chic alla ricerca di protagonismo !!

briciola

briciola

#11 del 29/10/2017
Punteggio commenti: +6

ho iniziato a viaggiare x l' Europa negli anni 80 in sacco a pelo dormendo nei posti più assurdi e mai in un hotel , anzi tuttora detesto certi turisti soprattutto Italici dunque neppure con me la storiella del turista ricco non funziona , detto ciò trovo deplorevole sia fotografare bambini poveri con le mosche in faccia sia in un cimitero , e son ben contento / fiero di non pensarla come voi !! ;)

briciola

Giuseppe Soffritti

#10 del 29/10/2017
Punteggio commenti: +88

"Trovo molto più offensivo fotografare bambini poveri con le mosche in faccia da turisti ricchi, trovo più offensivo fotografare senzatetto sulle panchine, trovo più offensivo fotografare mendicanti per strada."... la penso come te Carlo, le persone vanno sempre rispettate sia da vive che da morte, ma soprattutto da vive... io in questa foto non ci trovo niente di poco rispettoso e mi piace.

Giuseppe Soffritti

briciola

#9 del 29/10/2017
Punteggio commenti: +6

Min,.A concordo sulla mancanza di rispetto fotografare mendicanti per strada ecc ecc esattamente come quello che va in un cimitero a fotografare i morti , dato ke non ritengo il luogo adatto a ciò , e qui non centra ne prete ne religione( qui ti credevo più intelligente ) ma la propria coscienza ......... dunque neppure con me funziona e non è mia intenzione farti cambiare idea !!*bye*

briciola

autore

#8 del 29/10/2017
Punteggio commenti: +15

Me ne guardo da prenderti per il culo. Me ne guardo da far polemica. Mi interessa solo capire. Non si fotografa in un cimitero perché? Quale è la mancanza di rispetto? Trovo molto più offensivo fotografare bambini poveri con le mosche in faccia da turisti ricchi, trovo più offensivo fotografare senzatetto sulle panchine, trovo più offensivo fotografare mendicanti per strada. Eppure sotto questo tipo di foto trovo e leggo commenti d’elogio. Invece io ci vedo mancanza di rispetto per i vivi. Ma ognuno fotografa ciò che vuole, ed io evito di scriverglielo che hanno urtato i miei sentimenti. Li ignoro. Altrimenti dovrei spiegare. Con questo se ti andava di scrivere che ti ho urtato, hai fatto bene. Ti chiedo solo di spiegare le tue ragioni; magari mi faranno cambiare idea. Ma se la ragione è: i morti non si fotografano per rispetto, perché l’ha detto il prete... con me non funziona, sono ateo.

briciola

#7 del 29/10/2017
Punteggio commenti: +6

ma ke fai mi prendi x il culo ?? A meno ke tu non mi dica che non hai fatto foto in un cimitero ! Ma su questa specifica nn voglio far polemica non mi diverte !!

briciola

autore

#6 del 29/10/2017
Punteggio commenti: +15

Scusa briciola, puoi spiegarmi qual’e La mancanza di rispetto? Così comprendo e magari cambio idea.

taylor

#5 del 29/10/2017

Come messaggio di provocazione non l'ho capito. In ogni caso penso si potesse fare qualcosa di diverso...

taylor

briciola

#4 del 29/10/2017
Punteggio commenti: +6

Be se nn comprendi " Personalmente non ritengo che fotografare delle lapidi sia mancare di rispetto a chi non c’è più " si vero non comprendi !! IO andando al cimitero a salutare i mie cari e vedrei uno a far foto alle lapidi reagirei male !!! Qui mi fermo stima zero !!!

briciola

autore

#3 del 29/10/2017
Punteggio commenti: +15

Mi spiace briciola. Mi spiace aver urtato la tua sensibilità anche se non comprendo come. Nutro il massimo rispetto per i morti. Personalmente non ritengo che fotografare delle lapidi sia mancare di rispetto a chi non c’è più. La Mia voleva essere più una provocazione per tutti quelli che dei loro defunti si ricordano solo un giorno all’anno, più per dovere che per rispetto.

briciola

#2 del 29/10/2017
Punteggio commenti: +6

tu sei scintilla , prima di ste roba ti apprezzavo x originalità, questa mi sembra mancanza di rispetto ( se fatta a defunti ) delusione totale

briciola

briciola

#1 del 29/10/2017
Punteggio commenti: +6

ma come c...o fai a fare cosi ????

briciola


Guarda le migliori foto  |  Torna alla homepage

La redazione informa

BUTTERFLY ONLUS

Utente del mese

cristiano47
cristiano47

In linea ci sono

Ospiti: 19
Utenti: 1

Archivio
concorsi