Foto

voglio farti un regalo, qualcosa di..., di Fafi
Nella categoria Album dei ricordi è vietato votare.

voglio farti un regalo, qualcosa di...

di Fafi, in  Album dei ricordi

... bello, e raro. Seppur sfocato... Ci siamo noi, e il nostro numero (l'ultimo, di un mese magico: last but not least). Non dimenticarmi... solo questo, ti chiedo. (w. L.)

Inviata il 14/12/2016, vista 279 volte.
Scattata il 14/12/2016.

Laboratorio fotografico:
L'autore non autorizza la rielaborazione della foto.

Condividi:  

Commenti

9 commenti

Per inviare un commento esegui il login,  oppure se non sei iscritto iscriviti ora.

autore

#9 del 10/08/2017

..............................................

autore

#8 del 10/08/2017

"Quante volte vi è capitato di distogliere lo sguardo dal vostro interlocutore durante una conversazione? Spesso scambiato per un momento di imbarazzo o una mancanza di sicurezza, in realtà uno studio condotto da Shogo Kajimura dell’Università di Kyoto e pubblicato nella rivista Cognition apre un’interessante prospettiva che spiega come mai è così difficile parlare occhi negli occhi. L’ipotesi è che si tratti di un’interferenza a livello cerebrale tra le due attività. La conversazione e il contatto visivo potrebbero infatti attingere alle medesime risorse cognitive, generando quindi competizione: o il cervello si impegna nella ricerca delle parole o nel mantenimento dello sguardo diretto. La comunicazione occhi-negli-occhi è un aspetto rilevante del comportamento umano, non a caso infatti ricerche basate sulla scansione cerebrale hanno evidenziato come lo scambio di sguardi inneschi rapidamente un “network sociale del cervello” che coinvolge aree fondamentali per l’elaborazione delle emozioni e dell’attenzione (amigdala e circonvoluzione fusiforme). Ma nonostante la sua importanza nelle interazioni sociali, è facile osservare come spesso molte persone distolgano lo sguardo dal loro interlocutore. Da questa osservazione è partito il team di Kajimura per cercare di capire in che modo il contatto visivo interferisca con i processi di controllo cognitivo durante la formulazione delle parole. Studi precedenti avevano infatti già evidenziato come guardarsi negli occhi interrompa le capacità cognitive legate alla vista, con un grado sempre maggiore più il compito richiesto è difficile, senza però prendere in considerazione i problemi verbali. Per questo 26 volontari sono stati sottoposti a giochi di parole mentre osservavano sia in modo diretto che distogliendo lo sguardo, volti generati dal computer. I test avevano gradi di difficoltà diversi: cercare associazioni per la parola “coltello” è più semplice che non per “cartella”; in questo secondo caso infatti i partecipanti riscontravano più difficoltà nell’elaborazione proprio durante il contatto visivo. “Da queste esitazioni abbiamo dedotto che il cervello stesse maneggiando troppe informazioni nello stesso momento” sottolineano Kajima e colleghi. Un effetto che si è rivelato significativo solo nel caso di associazioni più complesse. Quindi lo sguardo diretto a livello cerebrale non interferisce direttamente con la ricerca delle parole, piuttosto richiede uno sforzo cognitivo in più per essere mantenuto. “Ciò che è successo ai partecipanti potrebbe essere spiegato anche chiamando in causa una sorta di adattamento neurale, ovvero un cambiamento della reattività del sistema sensoriale a uno stimolo costante” spiegano i ricercatori, che in futuro saranno impegnati in altri studi per comprendere meglio i legami tra la comunicazione verbale e non. L’importante è ricordarsi che se qualcuno distoglie lo sguardo mentre parla con noi, non lo fa per maleducazione, ma perché probabilmente il suo sistema cognitivo è sovraccarico." (Galileonet)

autore

#7 del 23/12/2016

:) buon Natale *bye*

alerre

#6 del 21/12/2016
Punteggio commenti: +22

Se l'autore vuole spiegarci il senso...nonsense

alerre

autore

#5 del 21/12/2016

. .... ... ... -

(utente eliminato)

#4 del 16/12/2016

Un forum non deve essere per forza democratico.. però certe cose non si possono vedere...

alerre

#3 del 16/12/2016
Punteggio commenti: +22

Sono provocatorie, non sono fotografie. Qua si bannano quelli bravi e si lascia sta roba inutile con riferimenti musicali senza senso.

alerre

Giuseppe Soffritti

#2 del 14/12/2016
Punteggio commenti: +80

Dispiace anche a me ma la penso come Fabio...

Giuseppe Soffritti

(utente eliminato)

#1 del 14/12/2016

Ciao Fafi... mi dispiace ma questa foto non funziona. Non funziona in nessun elemento: è sfocata, il "soggetto" è tagliato, formato quadrato senza motivo, colore giallo paglierino... no. Sorry.


Guarda le migliori foto  |  Torna alla homepage

La redazione informa

BUTTERFLY ONLUS

Utente del mese

scintilla
scintilla

In linea ci sono

Ospiti: 8
Utenti: 0

Archivio
concorsi