Forum

Homepage del forum Fotografia - Generale Colore o BN

Colore o BN

scintilla

#1 20/05/2017, 22:16
Punteggio commenti: +15

Permalink

Ciao, mi sembra un argomento interessante, sviluppatosi all' interno del forum "Utente del mese". Forse per questo non ha avuto seguito. Mi permetto quindi di riprendere i tre commenti di Asasio-Inimis-Scintilla per provare a continuarlo. Poi magari non frega nulla lo stesso. Certo si vuol sempre parlare di fotografia... ma quando è il momento... tutto tace. Gli argomenti "generali" non sono infiniti, molti son già stati trattati, discussi e visti; ma tutto evolve. Le tecniche, le capacità e le idee mutano costantemente ed allora gli argomenti prendono nuova vita. L' invito è di esporre le proprie idee, al di là delle capacità che si ritiene di avere.

scintilla

scintilla

#2 20/05/2017, 22:17
Punteggio commenti: +15

Permalink

ASAISO - Ottima scelta, sinceri complimenti a Massimo le cui immagini sono sempre un piacere per gli occhi (e non solo , ovviamente). Sono andato a rileggere quanto aveva scritto nel 2015 e c'è un argomento che mi piacerebbe approfondire. M. dice che la "vera" fotografia, secondo la sua visione, è quella in BN. Questa posizione, legittima, è condivisa da una grande parte di fotografi, anche di altissimo livello.
A me, questa cosa, non è mai andata giù e vorrei portare alcuni elementi di difesa della tesi contraria. Limitandomi ai più "forti".
1) Da quando l'uomo dipinge, cioè dalle caverne ad oggi, dipinge a colori. Dato che la pittura è la madre della fotografia, c'è da chiedersi come mai generazioni di artisti non si siano mai accorti che facevano una cartolina della realtà e che bastava passare al BN per ottenere tutta quella interiorità, spessore culturale, drammaticità e verità che il colore farebbe perdere.
2) La natura è a colori. Il BN è una "falsificazione" della realtà. Si può dire che è la più devastante e invasiva delle postproduzioni oggi possibili con i programmi di trattamento immagini. Ora, se uno fa una postproduzione un po' pesante (vedi HDR, posterizzazione ecc,) viene solitamente bacchettato, mentre uno che toglie i colori no, perché fa un'operazione artistico/culturale.
3) Siamo sicuri che se la fotografia fosse nata già con le pellicole (o lastre) a colori il BN avrebbe avuto un futuro?
Mi fermo qui, ma si può andare avanti. Aggiungo che a me le foto in BN piacciono molto (quelle belle) appunto per ciò che l'assenza del colore può trasmettere, ma sono contrario all'idea che quella sia la "vera fotografia".

scintilla

scintilla

#3 20/05/2017, 22:18
Punteggio commenti: +15

Permalink

INIMIS - Interessante argomentazione Asaiso, che in buona parte condivido. E' anche vero che in alcune immagini il colore nulla aggiunge al soggetto ritratto e in questi casi mi sembra più un elemento di disturbo che altro. In questi casi la conversione in bianco e nero è però un miglioramento. L'ultima immagine che ho inviato, vista a colori, non rende al mio occhio come in bianco e nero che la fa diventare più intensa, sempre a parer mio. Quindi secondo me ben venga il colore, ma dove nulla aggiunge ben venga il bianco e nero che non distrae e aumenta la attenzione sul soggetto*bye*

scintilla

scintilla

#4 20/05/2017, 22:18
Punteggio commenti: +15

Permalink

SCINTILLA - Non so se è corretto usare "utente del mese" per una discussione, ma visto che è interessante, che Maximo potrà dire la sua, e per dare verve a questi tread che tipicamente ne han poca, io sono favorevole.
Ed allora.... BN o Colore? Non credo ci sia una risposta e non credo che nessuno l' abbia mai data, o meglio nessuno abbia mai dato quella giusta. Sicuramente non la darò io!!! Ma posso esporre dei ragionamenti personali, che possono essere frutto di discussione. Una verità, però, è che la foto è una ed una sola. Non esistono le "versioni". Possono esistere degli esperimenti, dei "transitori" ma non una versione BN e Colore della stessa immagine. Questo perchè solo l' autore può (e deve) fare una scelta. Ad ogni foto il suo vestito, scelto con cura all' acquisto. Facciamo correre un paragone. In casa sua ognuno sceglie l' abbigliamento più comodo per se stesso. Quando esce, poi, si cambia d' abito; quando deve entrare in contatto con altre persone adotta un abbigliamento che gli piace, sceglie il suo look e lo adatta (magari) alle esigenze della situazione. Provate ad immaginare il presidente del consiglio vestito come Bob Marley che parla alle nazione unite, e pensate a Bob Marley vestito come il presidente del consiglio sul palco di un concerto. Subito è divertente, ma nessuna delle due situazioni rispecchia l' animo dei protagonisti. La scelta del colore o del BN non è altro che la scelta del vestito. Scelta fatta "a monte". Se Bob Marley si accorge di essere uscito con il gessato prima del concerto... può strapparlo e buttarci sopra un po' di vernice colorata... ma si noterà che non era ciò che voleva. Se il presidente del consiglio esce vestito come Bob Marley prima del discorso all' ONU.... non c'è nulla da fare.
Solo due osservazioni alle parole di Asasio: l' uomo delle caverne voleva dipingere la realtà, e lo faceva a colori. Con buona probabilità non faceva arte, ma testimonianza. Alcuni delle opere più belle e drammatiche di Goya sono in BN. Se le prime pellicole fossero state a colori, qualc'un altro avrebbe inventato quelle in BN!!! :D:D:D

scintilla

miraggi

#5 24/05/2017, 20:57
Punteggio commenti: +36

Permalink

Ho postato una foto catturata al volo, a colori. Mi aveva attirata la luce riflessa in contrasto con la pelle marrone scura. E' stato un attimo di bellezza da me percepita e ho voluto condividerla. L'utente MicheleBellini nel commentarla mi faceva presente che la visione in b/n ne avrebbe semplificato la lettura mentre il colore distraeva dall'intensità' espressiva. Mi sono messa in discussione, l'ho convertita e postata. Il punto di vista di Michele è stato ampiamente condiviso da altri utenti. Non c'è sbagliato e giusto. Io ad esempio amo molto di più' il bianco e nero per far arrivare dei messaggi e non distrarre con il colore; in questo caso non avevo un messaggio da trasmettere, l'intensità' espressiva non mi aveva catturata mentre l'insieme delle figure colpite dalla luce sì, erano di una bellezza dove la dominante era proprio il colore. L'aiuto di MicheleBellii e degli altri utenti è stato me fondamentale: è la cosa che sto cercando maggiormente quando posto le mie foto: trovare la via dimezzo, il famoso punto d'incontro fra come percepisco il mio punto di vista, la mia sensazione di realta' e quella dell'altro/i. Non redo di essere in grado di spiegarlo bene ma per la mia quotidianità' questa continua ricerca visiva fra me e gli altri spettatori mi dona ridimensionamento e il giusto equilibrio o senso critico E' una bella palestra di vita almeno per me. Grazie

miraggi

scintilla

#6 24/05/2017, 22:59
Punteggio commenti: +15

Permalink

Brava Miraggi. Ho una domanda per te: a te quale piace? Perché se a te piace quella a colori, quella giusta è a colori. Se a te piace quella in BN perché piace di più agli altri, allora in BN è sbagliata. Se ti piace la versione in BN perché sei "inesperta", hai ricevuto un ottimo consiglio, non solo per la foto ma anche per il futuro. Se ti piace il BN cerca di vedere in BN. Impara anche a crearne uno di ottima fattura, con gli strumenti che ritieni più idonei per te. Conoscere le possibilità che ti offre il software di conversione è fondamentale già in fase di scatto.

scintilla

Asaiso

#7 25/05/2017, 08:19
Punteggio commenti: +112

Permalink

La foto di Miraggi mi permette di ritornare sull'argomento. Sia chiaro: sono quarant'anni che la penso così e ho partecipato a varie discussioni su questo tema, finendo sempre in minoranza. Quindi non voglio assolutamente "convincere" nessuno, ma portare argomenti di valutazione. Dice bene Scintilla: la foto giusta, probabilmente, è quella che più è consona alle nostre emozioni. Ma, in tema di BN, va tenuto conto di cosa si rinuncia rinunciando al colore. Parto dal commento di MicheleBellini :"...ci sono troppi colori che attirano l'attenzione". Vero, ma i colori erano lì per i fatti loro, non ce li ha messi Miraggi. Allora la frase potrebbe essere letta così: "dato che ci sono molti colori , conviene toglierli, così chi guarda non viene distratto dai cromatismi e si concentra di più sulla composizione, sul senso dell'immagine... ecc.". Legittimo consiglio, non privo di concretezza. Ma, ad essere un po' più critici, la frase potrebbe , allora, essere riscritta anche così: " ci sono troppi colori e siccome chi guarda non è quasi mai in grado di percepire significati che vanno al di là del semplice ensemble cromatico, conviene che li togli del tutto, così spieghi, al colto e all'inclita, cosa volevi rappresentare". (Chiaramente sto iperbolizzando, ma è per riuscire a spiegarmi). Questa operazione, si badi bene, viene regolarmente fatta anche in letteratura, o in altre arti, dove si impara ad "asciugare" un testo, a "essenzializzare" una forma a "incrudire" un messaggio per evitare dispersioni concettuali e arrivare a segno. Ecco, se questo è il fine, potrei anche essere d'accordo. Ma non dimentichiamo che si tratta di asciugare.. ecc prodotti intellettuali fatti dall'uomo e non situazioni esistenti in Natura (cioè quelle catturate da un'istantanea). Su queste ultime, abbiamo veramente tutto 'sto diritto di intervento? E non posso, inoltre, non ricordare che un filone molto grande e importante della nostra cultura sostiene che (semplifico, scusatemi): "sono io che devo decidere cosa capire e come devo ricevere un messaggio. Un intervento preventivo che lo mutili per farmelo capire meglio è un intervento di censura che non accetto." Gli scontri in tutte le sedi: dal cinema alla RAI, dalle case editrici alla politica, su questo argomento, hanno tenuto campo per decenni. Oggi un po' meno perché si è passati ad altri problemi.
Chi toglie il colore da un'immagine dovrebbe per un attimo fare anche queste valutazioni. Poi, naturalmente, è libero di fare quello che vuole e di gradire quello che preferisce.
Concludo con una minima osservazione sulla foto di Miraggi: il colore della trombettina e del fermaglio dei capelli della bimba, hanno vita propria e danno all'immagine un senso estetico che il BN distrugge. Quindi, sul BN c'è il pro, ma, secondo me, c'è molto contro.

Asaiso

miraggi

#8 25/05/2017, 19:37
Punteggio commenti: +36

Permalink

@Asaiso: si trombettina e fermaglio codini. Colore tutto Luce e colore. Bellezza, luce e colore. L'attimo fuggevole della cattura. Irripetibile ed emozionante.
@scintilla: a me piace il colore di questa immagine. Il suggerimento che ho colto nella trasformazione in bianco e nero mi regala il punto di vista degli altri. E' un dono quello che mi fanno: rivelando il loro percepire. Non cambia il mio , non per ostinazione, ma mi regala il loro. Posto per condividere e non per vivere una forma "assolutistica" di me. Se condivido conosco un po' meglio anche chi guarda. In generale mi piace di piu' il b/n, nel racconto delle street ad esempio. Hai ragione scintilla sull'imparare a crearne uno di ottima fattura Lo faro', un poco per volta mi interessero' anche a questo Ciao a tutti

miraggi

  Per rispondere esegui il login,  oppure se non sei iscritto iscriviti ora.


Forum di Fototue.it: 2240 discussioni, 33069 messaggi inviati


Torna alla homepage

La redazione informa

BUTTERFLY ONLUS



UTENTE DEL MESE

Yanez
Yanez

In linea ci sono

Ospiti: 13
Utenti: 1

Archivio
concorsi